Industria 4.0: accordo tra Regione Toscana e Federmanager

il 28 giugno è stato firmato Palazzo Strozzi Sacrati un accordo tra Regione Toscana e Federmanager, lo scopo dell’intesa è aiutare le imprese toscane e in particolare le Pmi a conoscere tutti gli aspetti legati a Industria 4.0 attraverso l’organizzazione di seminari e visite in aziende.

Federmanager Toscana si occuperà di:

  • organizzare seminari informativi e conoscitivi sui temi di Industria 4.0, con particolare attenzione alle ricadute aziendali e manageriali;
  • effettuare test degli strumenti di assessment e per l’audit tecnologico che Regione e organismi di ricerca regionali stanno mettendo a punto per valutare il grado di maturità di un’impresa;
  • divulgare gli strumenti di assessment o line che la Regione metterà a disposizione delle Pmi;
  • promuovere la figura del Temporany manager anche sotto la forma del distacco temporaneo.

La Regione offrirà la propria collaborazione a Federmanager per l’espletamento delle varie azioni.

Se vuoi saperne di più su Industria 4.0 leggi gli articoli del nostro blog:

Firenze: contributo a fondo perduto fino al 50% per la partecipazione a mostre e fiere di settore

Partirà il 6 luglio un nuovo bando della Camera di Commercio di Firenze che ha destinato la somma di € 100.000,00 per favorire l’apertura di nuovi mercati nazionali e internazionali attraverso la partecipazione a mostre e fiere di settore da parte delle imprese della provincia di Firenze.

Soggetti beneficiari

Le imprese della provincia di Firenze che, dal momento della presentazione della domanda di contributo a quello della sua erogazione, risultino:

  • attive;
  • avere sede legale e/o operativa iscritta al Registro delle Imprese di Firenze;
  • in regola con il pagamento del diritto annuale;
  • in possesso dei requisiti di micro, piccola e media impresa;
  • non soggette alle procedure concorsuali e successive modificazioni;
  • non essere in fase di liquidazione.

Tipologia di spese ammissibili

Sono ammissibili le spese sostenute per la locazione degli spazi espositivi con l’allestimento base previsto dal soggetto organizzatore delle mostre/fiere inserite nel Calendario 2017 delle Manifestazioni Fieristiche Internazionali svolte in Italia pubblicato dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome.

Sono ammissibili le spese sostenute per manifestazioni svolte a partire dal 2 gennaio 2017.

Entità e forma dell’agevolazione

Il contributo ammonterà al 50% delle spese suddette, al netto di Iva e di eventuali contributi di terzi, fino ad un massimale di € 1.000,00 ed un minimo di spese ammissibili di € 500,00 per ciascuna impresa partecipante.

Ferma restando la percentuale del 50%, il suddetto massimale sarà pari ad € 1.200,00 per le imprese che alla data di presentazione della domanda risulteranno iscritte al Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro realizzato dalle Camere di Commercio.

Scadenza

Le domande potranno essere inviate dal 06.07.2017 al 29.12.2017 salvo esaurimento fondi.

 

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

 

 

Toscana: Contributo a fondo perduto fino al 100% sotto forma di voucher per la creazione di percorsi imprenditoriali.

Partirà il 3 luglio un nuovo avviso della Regione Toscana rientrante nell’ambito di Giovanisì, il progetto per l’autonomia dei giovani.

L’ avviso finanzierà voucher individuali destinati a liberi professionisti che per la propria attività professionale usufruiscono di spazi di co-working.

Soggetti beneficiari

Possono richiedere i voucher i liberi professionisti di età compresa tra i 18 e i 40 anni.

Tipologia di spese ammissibili

  • affitto della postazione lavorativa di coworking;
  • costo per assicurazione;
  • eventuale costo a rimborso di spese di viaggio, vitto e alloggio.

Entità e forma agevolazione

Il contributo percentuale massimo riconoscibile è pari al 100%.

L’importo massimo del voucher è pari ad € 4.000,00.

Per l’attuazione del presente avviso è disponibile la cifra complessiva di € 310.965,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dal 03.07.2017 al 31.07.2017.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

LVenture: 2 nuove Call for startup

LVenture Group, società quotata in borsa che investe in startup digitali, lancia due nuove call con scadenza al 25 settembre 2017:

  • la prima rivolta alle startup operanti in tutti i settori del digitale per partecipare alla prossima edizione del Programma di Accelerazione che inizierà a dicembre nel Tech Hub all’interno di Roma Termini;
  • la seconda call for applications verticale rivolta anche a startup internazionali, attive in tutti i segmenti della catena LIFESTYLE: dall’automotive al design, dalla moda al food, dal lusso fino al benessere nelle aziende e nella vita di tutti i giorni.

Le startup potranno scegliere a quale delle due call rispondere, entrambe prevedono percorsi intensivi di 5 mesi, mirati a trasformare progetti embrionali in vere e proprie aziende, in grado di fatturare.

Le startup seguiranno seminari tematici e saranno accompagnate nel loro percorso (dal business development fino allo sviluppo tecnologico) da un team di mentor e da un Board of Advisor di oltre 50 membri che metteranno a disposizione il proprio set di skill e competenze.

Ciascuna startup riceverà un investimento base da LVenture Group del valore di 80mila euro, suddiviso in 30mila cash e 50mila in servizi, a fronte di una equity del 9% (per maggiori informazioni si può fare riferimento al comunicato stampa di LVenture Group, dal quale sono tratte tutte le informazioni riportate nel post).

Per candidarsi alla Call per il Programma di Accelerazione: https://www.f6s.com/luissenlabsromeh12018/apply

Per candidarsi alla Call per il Programma Lifestyle:

 http://luissenlabsacceleration.com/lifestyle/

Le call scadono il 25 settembre.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

 

Startup: dal 22 giugno modifiche on line senza notaio

Dal 22 giugno le startup costituite mediante atto tipizzato potranno apportare le modifiche al proprio statuto online.

Per gli startupper nativi digitali online interessati ad apportare modifiche allo statuto ci sono adesso 2 modalità:

  • utilizzare il servizio di assistenze che le Camere di Commercio mettono a disposizione che supporterà l’imprenditore nella corretta redazione degli atti sulla base dello schema previsto dall’articolo 25 del Codice dell’amministrazione digitale, aiutandolo nell’invio all’agenzia delle Entrate, nella redazione e invio della pratica al Registro delle imprese e per l’iscrizione nella sezione speciale del registro, che avverrà entro le 24 ore successive.
  • procedere in completa autonomia alle modifiche provvedendo alla compilazione del relativo atto e del nuovo statuto e a richiedere alla piattaforma startup.registroimprese.it la registrazione all’agenzia delle Entrate, successivamente dovrà procedere autonomamente alla redazione della pratica diretta al Registro imprese e all’invio con gli abituali software. In tal caso, iscrizione alla sezione speciale avverrà entro i successivi 10 giorni.

Con la nuova release del sito startup.registroimprese.it e il lancio delle nuove funzionalità di modifica dello statuto, sono state riviste e migliorate anche le procedure per la costituzione online della startup innovativa.

Se hai bisogno del nostro aiuto per creare la tua start up o per apportare modifiche allo statuto contattaci utilizzando l’apposito form

Toscana: Bando Internazionalizzazione 2017

E’ aperto il bando per la concessione di agevolazioni per l’internazionalizzazione e l’export della Regione Toscana rivolto a micro, piccole, medie imprese e liberi professionisti attivi nel settore manifatturiero e nel comparto turistico.

Il bando dà attuazione al Por Fesr 2014-2020, cioè il programma operativo regionale della Toscana, e in particolare alla linea dedicata agli incentivi all’acquisto di servizi a supporto dell’internazionalizzazione in favore delle piccole e medie imprese, che può contare su una dotazione finanziaria complessiva di 8,5 milioni di euro.

Possono presentare domanda Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) in forma singola o associata in RTI/ATS, Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Consorzi, Società Consortili (costituiti o costituendi), esercitanti un’attività identificata come prevalente rientrante in uno dei seguenti Codici ATECO ISTAT 2007:

  • B Estrazione di minerali da cave e miniere ad esclusione del gruppo 05.1, 05.2 e della classe 08.92;
  • C Attività manifatturiere, ad esclusione del gruppo 19.1;
  • D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata;
  • E Fornitura di acqua, reti fognarie, attivita di gestione dei rifiuti e risanamento;
  • F Costruzioni;
  • H Trasporto e magazzinaggio ad esclusione dei gruppi 49.1, 49.3, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, e 53.2;
  • J Servizi di informazione e comunicazione, ad esclusione della divisione 60 e dei gruppi 61.9 e 63.9;
  • M Attività professionali, scientifiche e tecniche;
  • N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 82.3;
  • R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 90.03.02;
  • S Altre attività di servizi, limitatamente alla categoria 96.01.1;

Settore turistico:

  • I Servizi di alloggio e ristorazione, limitatamente ai codici 55.1, 55.2, 55.3, 55.9;
  • N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese, limitatamente al codice 79;
  • R Attività artistiche, di intrattenimento e divertimento, limitatamente al gruppo 93.29.20.

Tra le spese ammissibili risultano:

  • Partecipazione a fiere e saloni di rilevanza internazionale
  • Promozione mediante utilizzo di uffici o sale espositive all’estero
  • Servizi promozionali
  • Supporto specialistico all’internazionalizzazione
  • Supporto all’innovazione commerciale per la fattibilità di presidio su nuovi mercati

Possono essere presentati progetti da un minimo di 10.000 euro ad un massimo di 150mila euro, con una copertura a fondo perduto pari al 50% (variabile in funzione della dimensione aziendale e dalla tipologia delle spese) dell’importo del progetto di internazionalizzazione.

Il Bando scade il 7 agosto.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

Industria 4.0: la Toscana mette a disposizione 33 milioni di euro

La Regione Toscana mette a disposizione una dotazione complessiva di quasi 33 milioni di euro (sotto forma di fondo rotativo e microcredito) per il triennio 2017-19 per promuovere gli investimenti delle MPMI toscane che operano nei settori artigiano, industriale manifatturiero, turistico, commerciale, culturale e terziario.

La giunta regionale, in attuazione della linea di azione 3.1.1 del Por Fesr 2014-2020, ha approvato gli indirizzi per la concessione di aiuti nelle forme di prestiti a tasso zero e di microcredito destinati alle MPMI ed ai liberi professionisti, sono stati stanziati 22,8 milioni di euro per il fondo rotativo e altri 10 milioni di euro per il microcredito.

Obiettivo dei nuovi indirizzi è sostenere e incrementare gli investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento dell’impresa nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione, in linea con la Strategia di specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3), e incentivarne gli investimenti orientati alla strategia nazionale e regionale di Industria 4.0.

I beneficiari sono le micro e piccole imprese (anche le medie nel caso del fondo rotativo) costituite almeno due anni prima della presentazione della domanda di agevolazione ed i liberi professionisti. Requisito fondamentale di accesso è la conformità degli investimenti con le strategie della RIS 3 (Fotonica, Fabbrica Intelligente, Chimica e Nanotecnologie).

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form

Rosignano Marittimo: Contest Giovani Innovatori 2017

Le istituzioni pubbliche hanno un ruolo fondamentale nel creare il terreno fertile per la generazione d’impresa, non tutte mettono in campo azioni di questo tipo perciò quando ciò avviene ci piace segnalarle, eccone un esempio: il Comune di Rosignano Marittimo, insieme ad Anci Toscana, ha indetto una “Call for ideas” denominata “Contest Giovani innovatori” per la selezione di idee imprenditoriali proposte da giovani, con età compresa tra i 16 e i 35 anni, ai quali verrà offerto un percorso di accompagnamento per la realizzazione del proprio progetto innovativo.

I 3 progetti selezionati dalla giuria, saranno premiati e supportati nella loro realizzazione da 3 tutor esperti del settore, che accompagneranno per un anno i “giovani innovatori” verso la realizzazione della loro idea imprenditoriale o professionale.

Le Idee imprenditoriali presentate dovranno privilegiare, l’innovazione sociale e digitale, lo sviluppo socio-economico e culturale, e dimostrare l’effettiva ricaduta sul territorio del Comune di Rosignano Marittimo”

Per leggere il bando completo clicca qui.

Start Up utili: terremoti sotto controllo

Succede sempre più spesso che le start up siano viste come fenomeni di costume e questo rischia di svilire tanti startupper che cercano soluzioni innovative su tanti campi, è per questo che vogliamo iniziare oggi una piccola rubrica “Start Up utili”, per ricordare a tutti che in molte di queste si cercano le soluzioni che domani daranno benefici per tutti.

La prima che vogliamo segnalare è Shbox (http://www.sysdev.eu/it/iot-monitoraggio-strutturale-ambientale/).

Buona lettura

“…che IMPRESA, GIOVANI!”: le foto della giornata in CCIAA a Livorno

Questa mattina abbiamo provato a dare il nostro piccolo contributo alla cultura d’impresa, partecipando allaGiornata di Studi del 15 maggio, dedicata alla progettualità imprenditoriale e alla sua “cultura”.

L’evento dal titolo “…che IMPRESA, GIOVANI!” organizzato da Associazione Eraclito 2000, Italia Comfidi e Confesercenti Livorno si è tenuto a Livorno presso la Sala Capraia della sede della Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno a Livorno.