Candidati a FOUNDAMENTA#5 la call italiana per accelerare startup a impatto sociale

Torna FOUNDAMENTA, alla sua quinta edizione: la call italiana di SocialFare Centro per l’Innovazione Sociale dedicata a selezionare realtà in grado di sviluppare soluzioni innovative alle più pressanti sfide sociali contemporanee. La call si rivolge a business idea e startup che promuovano sviluppo sostenibile, generando valore sociale ed economico: team fortemente motivati e dedicati full-time con prototipo o prodotto testato e/o sul mercato, capaci di crescere a livello nazionale e internazionale. Le aree impact della call sono 6: Welfare, Healthcare, Education, Cultural Heritage, Circular Economy e Mobility.

Le startup selezionate da SocialFare per il programma di accelerazione riceveranno un seed fund fino a 50.000€/startup in cambio del 7% di equity. L’investimento verrà effettuato da SocialFare Seed Srl, il primo veicolo italiano esclusivamente dedicato al seed per startup a impatto sociale, che investirà fino 500.000 euro all’anno in tutte le realtà selezionate tramite le call FOUNDAMENTA e accelerate dal Centro per l’Innovazione Sociale torinese.

Il 28 gennaio 2018 è la scadenza entro la quale è possibile candidarsi; qui il bando completo: www.socialfare.org/foundamenta e il modulo per la candidatura: www.f6s.com/socialfare/apply.Le soluzioni innovative devono riguardare le seguenti aree impact:

  1. Welfare: nuovi servizi/prodotti per la persona e la comunità; nuovi modelli di ingaggio, inclusione, cura e condivisione, riciclo e sostenibilità. Soluzioni che possano includere anche l’utilizzo intelligente e abilitante delle tecnologie, wearables, IOT, etc.
  2. Healthcare: soluzioni socio-sanitarie innovative, a sostegno e per la promozione e il mantenimento della salute e del benessere della persona e/o della comunità. I modelli innovativi presentati non dovranno basarsi esclusivamente su soluzioni tecnologiche.
  3. Education: modelli che sviluppino percorsi, contenuti e servizi educativi e professionali innovativi; realizzino nuove proposte educative, anche ibride, a favore dello sviluppo di conoscenza, per accrescere l’inserimento lavorativo e sviluppare imprenditorialità; “educational technology” – soluzioni digitali inclusive al servizio dell’educazione e della formazione di soggetti e comunità fragili.
  4. Cultural Heritage: soluzioni e modelli che promuovano la cultura, valorizzino il paesaggio naturale e il patrimonio artistico, le aree urbane e rurali, generando valore economico, sociale ed ambientale potenzialmente scalabile/replicabile in altri territori.
  5. Circular Economy: soluzioni sistemiche nel settore food, agricoltura, energia, ambiente dove qualsiasi prodotto viene consumato e/o smaltito o diviene input per una nuova filiera produttiva o di servizio.
  6. Mobility: soluzioni con focus mobilità sostenibile, collettiva e/o individuale, digitale, integrata e – al contempo – accessibile per specifiche categorie di beneficiari. Modelli in grado di riduce al minimo l’impatto ambientale ed economico, massimizzando l’efficienza, l’accessibilità, l’intelligenza e la rapidità degli spostamenti

Le realtà selezionate avranno accesso ad un programma unico in Italia verticale per startup ad impatto sociale: 4 mesi full-time – dal 9 aprile al 12 luglio 2018 -, ad alta intensità, con scadenze serrate e specifiche progettate con e per ogni startup.

Per 4 mesi il team di accelerazione SocialFare diventa parte attiva della startup e lavora quotidianamente per accompagnarle nella validazione del loro prodotto/servizio, sviluppo del prototipo e definizione della loro strategia fino al dialogo con investitori ed imprenditori. La metodologia applicata da SocialFare ibrida l’approccio lean startup, design thinking e design sistemico, ed è ormai validata nella sua quarta edizione del programma, ora in corso.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

VOUCHER PER LA DIGITALIZZAZIONE dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle MPMI

Scadenza

Compilazione della domanda a partire dal 15 gennaio 2018, presentazione domande a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018

 

Forma tecnica del beneficio

Voucher del 50% del totale delle spese ammissibili fino ad un massimo di 10.000,00€

 

Spese ammissibili

  • spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica finalizzate alla digitalizzazione dei processi aziendali;
  • spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica finalizzate alla modernizzazione e all’organizzazione del lavoro (telelavoro);
  • spese per l’acquisto di hardware, software e servizi di consulenza specialistica finalizzate alla gestione delle transazioni on line e al miglioramento dei sistemi di sicurezza;
  • spese di attivazione del servizio sostenute una tantum con riferimento ai costi di realizzazione delle opere infrastrutturali e tecniche necessari alla connettività a banda larga e ultra larga (fornitura, posa, attestazione, collaudo);
  • spese relative all’acquisto e attivazione di decoder e parabole per il collegamento alla rete internet mediante tecnologia satellitare;
  • spese per la partecipazione a corsi e per l’acquisizione di servizi di formazione qualificata.

 

Spese ammissibili dal giorno successivo alla presentazione della domanda di prenotazione del Voucher e da sostenere entro 6 mesi dalla data di concessione

 

Erogazione

  • Presentazione della domanda di prenotazione del voucher con indicazione importo investimenti (preventivi)
  • Realizzazione del progetto di investimento entro 6 mesi dalla data di concessione del voucher
  • apertura, presso una delle banche convenzionate, di un conto corrente bancario vincolato all’effettuazione delle spese oggetto di assegnazione del voucher (successiva al decreto di concessione della Sovvenzione)
  • Richiesta di erogazione del voucher dietro presentazione di fatture d’acquisto quietanzate
  • l’erogazione del voucher sarà effettuata in un’unica soluzione sul conto corrente indicato a rimborso del 50% delle spese sostenute

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

Le startup non riescono tutte col buco

Fare impresa è rischioso per definizione, così mi dicevano al corso di Economia Aziendale I e così ho potuto verificare seguendo in questi anni tante imprese più o meno grandi, e questa percentuale di rischio è tanto maggiore nel caso delle startup perchè come dice Eric Ries “La startup è un’istituzione umana concepita per offrire nuovi prodotti o servizi in condizioni di estrema incertezza”.

In questi giorni è su molti giornali il fallimento della startup Juicero e infatti anche il Corriere della Sera ha segnalato la notizia indicando un pò di startup che non ce l’hanno fatta, questi eventi per quanto dispiaccia vedere che chi ha speso “anima e core” in un progetto non riesca a farlo fruttare sono utili per ricordare a tutti, al di la delle mode del momento, che fare startup è un percorso lungo, pieno di ostacoli che spesso si sostanzia in un nulla di fatto.

Vedere gli errori di chi non è riuscito nel suo intento è sempre utile, soprattutto perché i motivi possono essere diversi e allora sarebbe utile avere un sito dove sono raccolti tanti fallimenti delle startup, questo sito esiste https://collapsed.co/.

Buona lettura

 

Regione Lombardia e Unioncamere: bando per le Start Up a Vocazione Sociale

Regione Lombardia e le Camere di Commercio lombarde, tramite Unioncamere Lombardia, promuovono il bando “SIAVS – Start up innovative a vocazione sociale” finalizzato a sostenere la realizzazione di progetti di innovazione di servizi, processi e metodi che hanno l’obiettivo di risolvere in modo efficace i problemi delle comunità di riferimento. Il bando è stato rettificato con Determinazione del D.O. n. 89/2017.

Le domande devono essere presentate a partire dalle ore 14:30 del 4 settembre fino alle ore 12:00 del 29 settembre 2017.

Il bando è disponibile cliccando qui, Unioncamere ha messo a disposizione anche delle FAQ per aiutare i potenziali startupper, per leggerle clicca qui.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a ottenere il beneficio contattaci utilizzando l’apposito form

LUISS ENLABS lancia una nuova call dedicata all’intelligenza artificiale: AI WorkLab

LVenture Group lancia un nuovo programma per startup dedicato all’Intelligenza Artificiale “AI WorkLab”.

Il programma sarà dedicato in particolare a startup che utilizzino l’intelligenza artificiale per sviluppare soluzioni nei settori dell’InsurTech, Document & Data Management, Customer Behaviour e Cybersecurity.

La call per partecipare al programma è aperta a startup e talenti individuali fino al 30 novembre 2017. I 10 team selezionati riceveranno un grant di 2.500 euro (equity free) e a gennaio inizieranno un percorso di 3 mesi volto a dar vita alle idee imprenditoriali e a testarle sul mercato, con il supporto degli esperti di Luiss Enlabs e delle aziende partner.

Maggiori informazioni sul programma e sulla call saranno date durante l’evento di lancio, che si terrà il 25 settembre a Roma, presso la sede di Luiss Enlabs, e agli eventi roadshow che si terranno a ottobre e novembre a Roma, Torino, Pisa, Trento e Napoli.

Se vuoi saperne clicca qui

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a ottenere il beneficio contattaci utilizzando l’apposito form

 

Toscana: Contributo a fondo perduto fino al 100% sotto forma di voucher per la creazione di percorsi imprenditoriali.

Partirà il 3 luglio un nuovo avviso della Regione Toscana rientrante nell’ambito di Giovanisì, il progetto per l’autonomia dei giovani.

L’ avviso finanzierà voucher individuali destinati a liberi professionisti che per la propria attività professionale usufruiscono di spazi di co-working.

Soggetti beneficiari

Possono richiedere i voucher i liberi professionisti di età compresa tra i 18 e i 40 anni.

Tipologia di spese ammissibili

  • affitto della postazione lavorativa di coworking;
  • costo per assicurazione;
  • eventuale costo a rimborso di spese di viaggio, vitto e alloggio.

Entità e forma agevolazione

Il contributo percentuale massimo riconoscibile è pari al 100%.

L’importo massimo del voucher è pari ad € 4.000,00.

Per l’attuazione del presente avviso è disponibile la cifra complessiva di € 310.965,00.

Scadenza

Le domande potranno essere presentate a partire dal 03.07.2017 al 31.07.2017.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

LVenture: 2 nuove Call for startup

LVenture Group, società quotata in borsa che investe in startup digitali, lancia due nuove call con scadenza al 25 settembre 2017:

  • la prima rivolta alle startup operanti in tutti i settori del digitale per partecipare alla prossima edizione del Programma di Accelerazione che inizierà a dicembre nel Tech Hub all’interno di Roma Termini;
  • la seconda call for applications verticale rivolta anche a startup internazionali, attive in tutti i segmenti della catena LIFESTYLE: dall’automotive al design, dalla moda al food, dal lusso fino al benessere nelle aziende e nella vita di tutti i giorni.

Le startup potranno scegliere a quale delle due call rispondere, entrambe prevedono percorsi intensivi di 5 mesi, mirati a trasformare progetti embrionali in vere e proprie aziende, in grado di fatturare.

Le startup seguiranno seminari tematici e saranno accompagnate nel loro percorso (dal business development fino allo sviluppo tecnologico) da un team di mentor e da un Board of Advisor di oltre 50 membri che metteranno a disposizione il proprio set di skill e competenze.

Ciascuna startup riceverà un investimento base da LVenture Group del valore di 80mila euro, suddiviso in 30mila cash e 50mila in servizi, a fronte di una equity del 9% (per maggiori informazioni si può fare riferimento al comunicato stampa di LVenture Group, dal quale sono tratte tutte le informazioni riportate nel post).

Per candidarsi alla Call per il Programma di Accelerazione: https://www.f6s.com/luissenlabsromeh12018/apply

Per candidarsi alla Call per il Programma Lifestyle:

 http://luissenlabsacceleration.com/lifestyle/

Le call scadono il 25 settembre.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form.

 

Startup: dal 22 giugno modifiche on line senza notaio

Dal 22 giugno le startup costituite mediante atto tipizzato potranno apportare le modifiche al proprio statuto online.

Per gli startupper nativi digitali online interessati ad apportare modifiche allo statuto ci sono adesso 2 modalità:

  • utilizzare il servizio di assistenze che le Camere di Commercio mettono a disposizione che supporterà l’imprenditore nella corretta redazione degli atti sulla base dello schema previsto dall’articolo 25 del Codice dell’amministrazione digitale, aiutandolo nell’invio all’agenzia delle Entrate, nella redazione e invio della pratica al Registro delle imprese e per l’iscrizione nella sezione speciale del registro, che avverrà entro le 24 ore successive.
  • procedere in completa autonomia alle modifiche provvedendo alla compilazione del relativo atto e del nuovo statuto e a richiedere alla piattaforma startup.registroimprese.it la registrazione all’agenzia delle Entrate, successivamente dovrà procedere autonomamente alla redazione della pratica diretta al Registro imprese e all’invio con gli abituali software. In tal caso, iscrizione alla sezione speciale avverrà entro i successivi 10 giorni.

Con la nuova release del sito startup.registroimprese.it e il lancio delle nuove funzionalità di modifica dello statuto, sono state riviste e migliorate anche le procedure per la costituzione online della startup innovativa.

Se hai bisogno del nostro aiuto per creare la tua start up o per apportare modifiche allo statuto contattaci utilizzando l’apposito form

Industria 4.0: la Toscana mette a disposizione 33 milioni di euro

La Regione Toscana mette a disposizione una dotazione complessiva di quasi 33 milioni di euro (sotto forma di fondo rotativo e microcredito) per il triennio 2017-19 per promuovere gli investimenti delle MPMI toscane che operano nei settori artigiano, industriale manifatturiero, turistico, commerciale, culturale e terziario.

La giunta regionale, in attuazione della linea di azione 3.1.1 del Por Fesr 2014-2020, ha approvato gli indirizzi per la concessione di aiuti nelle forme di prestiti a tasso zero e di microcredito destinati alle MPMI ed ai liberi professionisti, sono stati stanziati 22,8 milioni di euro per il fondo rotativo e altri 10 milioni di euro per il microcredito.

Obiettivo dei nuovi indirizzi è sostenere e incrementare gli investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento dell’impresa nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione, in linea con la Strategia di specializzazione intelligente per la Toscana (RIS 3), e incentivarne gli investimenti orientati alla strategia nazionale e regionale di Industria 4.0.

I beneficiari sono le micro e piccole imprese (anche le medie nel caso del fondo rotativo) costituite almeno due anni prima della presentazione della domanda di agevolazione ed i liberi professionisti. Requisito fondamentale di accesso è la conformità degli investimenti con le strategie della RIS 3 (Fotonica, Fabbrica Intelligente, Chimica e Nanotecnologie).

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti a cogliere le opportunità contattaci utilizzando l’apposito form

Rosignano Marittimo: Contest Giovani Innovatori 2017

Le istituzioni pubbliche hanno un ruolo fondamentale nel creare il terreno fertile per la generazione d’impresa, non tutte mettono in campo azioni di questo tipo perciò quando ciò avviene ci piace segnalarle, eccone un esempio: il Comune di Rosignano Marittimo, insieme ad Anci Toscana, ha indetto una “Call for ideas” denominata “Contest Giovani innovatori” per la selezione di idee imprenditoriali proposte da giovani, con età compresa tra i 16 e i 35 anni, ai quali verrà offerto un percorso di accompagnamento per la realizzazione del proprio progetto innovativo.

I 3 progetti selezionati dalla giuria, saranno premiati e supportati nella loro realizzazione da 3 tutor esperti del settore, che accompagneranno per un anno i “giovani innovatori” verso la realizzazione della loro idea imprenditoriale o professionale.

Le Idee imprenditoriali presentate dovranno privilegiare, l’innovazione sociale e digitale, lo sviluppo socio-economico e culturale, e dimostrare l’effettiva ricaduta sul territorio del Comune di Rosignano Marittimo”

Per leggere il bando completo clicca qui.