CCIAA Livorno: Contributo a fondo perduto fino al 100% per promuovere e sostenere l’innovazione aziendale.

Nel quadro delle proprie iniziative promozionali, la Camera di Commercio di Livorno intende sostenere le imprese della provincia di Livorno attribuendo “voucher per l’innovazione delle PMI”.

Da questo obiettivo generale si possono dedurre i seguenti obiettivi specifici:

  • incentivare le PMI a impegnarsi in attività di “ricerca, innovazione e sviluppo”;
  • facilitare la collaborazione tra PMI e il sistema della ricerca dell’Università di Pisa in vista di progetti di “ricerca, innovazione e sviluppo”;
  • consentire alle PMI di sfruttare il know-how dei ricercatori dell’Università di Pisa per i propri progetti d’innovazione.

Le risorse complessive che la Camera di Livorno mette a disposizione per l’iniziativa sono pari ad € 36.000,00.

Soggetti beneficiari

Sono ammesse al beneficio le PMI, loro cooperative e consorzi in possesso dei seguenti requisiti:

– rientrare nella definizione di piccola e media impresa relativa alla nuova definizione delle microimprese, piccole e medie imprese;

– avere sede legale e/o unità locale operativa nella provincia di Livorno;
– essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese o nel R.E.A. di Livorno;
– essere in regola con il pagamento del diritto annuale degli ultimi 5 anni;
– essere attive e non essere assoggettate a procedure di liquidazione o fallimento o altra procedura concorsuale, comunque denominata;
– non aver ottenuto altri contributi di fonte pubblica riguardanti il medesimo intervento.

Tipologia di spese ammissibili

Con il voucher vengono finanziate le attività di “ricerca, innovazione e sviluppo”, realizzate dalle PMI della provincia di Livorno, attraverso l’impiego dei ricercatori dell’Università di Pisa. Di seguito alcuni esempi:

  • studi concettuali (ideazione di progetti/processi/prodotti/servizi/tecnologie, studi senza limiti tematici né tecnologici, studi preliminari o d’accompagnamento di tipo non tecnologico, servizi di consulenza, ecc..);
  • servizi di check up tecnologico (analisi del potenziale di trasferimento di tecnologie, ovvero in che modo la collaborazione tra PMI e istituzioni di ricerca favorisce lo sviluppo di innovazioni, analisi di benchmarking, audit e assessment del potenziale, valutazione dei fattori di competitività,ecc);

Il numero massimo di voucher assegnabili dalla Camera è pari a 6 (un voucher per ciascun progetto, per un massimo di n. 6 progetti).

Entità e forma dell’agevolazione

Il voucher finanzia il 100% delle prestazioni fornite dai ricercatori dell’Università di Pisa alle PMI selezionate. Il voucher ha una durata minima di 1 mese e una durata massima di tre mesi. L’importo mensile previsto è di 2.000 euro lordi fino ad un massimo 3 mesi per un totale complessivo di 6.000 euro lordi.

Scadenza

29 aprile 2016

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.