Borse Pegaso 2016. Contributo a fondo perduto per corsi di dottorato realizzati in rete fra Università e centri di ricerca.

Con il presente avviso la Regione Toscana intende:

– migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione terziaria con particolare riferimento al terzo ciclo di formazione universitaria;

– sostenere l’accesso alla stessa e innalzare i livelli di competenze, partecipazione e successo formativo;

– promuovere il rafforzamento delle sinergie fra alta formazione, ricerca e mondo produttivo;

– sostenere la competitività del sistema regionale e l’occupazione, attraverso la valorizzazione delle eccellenze del sistema universitario e della ricerca e loro messa in rete, stimolandone anche i processi interni di riforma ed innovazione, di internazionalizzazione e qualificazione delle risorse;

– contribuire a creare condizioni che possano rafforzare la ricerca e favorire lo sviluppo tecnologico e l’innovazione nell’ambito del sistema socio economico regionale con particolare attenzione a specifici campi settoriali strategici.

Soggetti beneficiari

Le domande di finanziamento dei progetti di dottorato possono essere presentate da:

– Associazioni temporanee di scopo (ATS) costituite o costituende fra: Università pubbliche statali e non statali riconosciute dal MIUR, con sede legale e/o almeno una sede operativa (da intendersi nel presente avviso come sede amministrativa e formativa) in Toscana (nell’avviso denominate da qui in avanti Università); Istituti di istruzione universitaria a ordinamento speciale, Istituzioni di formazione e ricerca avanzata, con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana (nell’avviso denominati da qui in avanti Istituti universitari); Enti di ricerca pubblici nazionali con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana.

Tipologia di interventi ammissibili

L’intervento di cui al presente avviso si colloca nell’ambito della programmazione del POR FSE 2014/20 della Regione Toscana e precisamente:

Priorità investimento C2: Migliorare la qualità e l’efficacia dell’istruzione superiore post lauream e l’accesso alla stessa, al fine di aumentare la partecipazione e i tassi di riuscita.

Obiettivo specifico C2.1.: Innalzamento dei livelli di competenze, di partecipazione e di successo formativo nell’istruzione universitaria

Azione C.2.1.3 Azione per il rafforzamento dei percorsi di istruzione universitaria post lauream, volta a promuovere il raccordo fra istruzione terziaria, il sistema produttivo, gli istituti di ricerca in ambiti scientifici coerenti con le linee strategiche del PNR e della smart specialisation regionale.

Attività C.2.1.3-A Corsi post laurea organizzati in rete fra Università ed Enti di ricerca anche in collaborazione e con il cofinanziamento di imprese.

Entità e forma dell’agevolazione

Ai fini dell’attuazione del presente avviso è destinato un importo pari a 4.400.000,00 euro corrispondente a 80 borse triennali.

L’importo massimo riconoscibile dalla Regione per ciascuna borsa “Pegaso” è quantificato comunque in 55.000,00 euro per l’intero triennio. Eventuali importi eccedenti sono a carico del soggetto attuatore.

Scadenza

20 maggio 2016

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.