Bando Culturability. Contributo a fondo perduto fino a 50.000,00 € per sostenere progetti culturali e sociali innovativi.

La Fondazione Unipolis indice il bando nazionale “culturability-rigenerare spazi da condividere” per sostenere progetti innovativi in ambiti culturale e creativo che favoriscano processi di rigenerazione, recupero e rivitalizzazione di spazi dismessi o al momento con altre destinazioni d’uso.

Vengono messi a disposizione risorse per complessivi 400.000 € articolate in contributi di natura economica per lo sviluppo dei progetti selezionati, erogazione dei servizi di formazione e accompagnamento per l’empowerment dei team proponenti, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto.

Soggetti beneficiari

PROGETTI PRESENTATI DA SINGOLE ORGANIZZAZIONI

Il bando è aperto alle organizzazioni senza scopo di lucro (associazioni, comitati, organizzazioni di volontariato, organizzazioni non governative, associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro, associazioni di promozione sociale, cooperative culturali e sociali, imprese sociali, altre ONLUS), alle imprese private che operano nel settore culturale orientate a produrre significativi impatti sociali per la collettività.

Per accedere al bando questi soggetti devono avere sede in Italia e possedere un Organo di gestione costituito in maggioranza assoluta da membri tra i 18 e 35 anni non compiuti alla data di chiusura della call.

PROGETTI PRESENTATI IN PARTNERSHIP

Possono partecipare al bando anche reti di soggetti che presentino un progetto in partnership, anche con soggetti che abbiano sede all’estero. Per progetto partnership si intende un intervento realizzato congiuntamente con un soggetto capofila e da una o più organizzazioni partner che partecipino attivamente alle iniziative previste.

Tipologia di progetti ammissibili

Il bando è aperto a progetti innovativi nel settore culturale e creativo che, attraverso la riqualificazione e riattivazione di spazi fisici, pubblici o provati (urbani e non, dismessi, sotto utilizzati, con una destinazione d’uso diversa da quella culturale), si propongano di mettere questi luoghi a disposizione delle comunità.

I progetti pervenuti saranno valutati in base ai seguenti criteri:

  • valore culturale
  • impatto ed innovazione sociale
  • fattibilità e sostenibilità economica
  • collaborazione e reti
  • sviluppo e creazione di lavoro
  • team proponente
  • valutazione della rilevanza e qualità dello spazio

Entità e forma dell’agevolazione

La Commissione di valutazione selezionerà i 5 progetti migliori ciascuno dei quali accederà al contributo economico di 50.000 € a fondo perduto e ad un ulteriore percorso di mentoring.

Scadenza

15 aprile 2016

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.